Che cos'è? - Sentieri

Sentieri della mente
Luoghi dell'anima
SENTIERI
Vai ai contenuti
PSICOLOGIA
Che cos'è?
La Psicologia - dal greco psyché (ψυχή) = spirito, anima e da logos (λόγος) = discorso, studio - come diverse altre discipline, è nata dal grembo della Filosofia tra il V e il IV secolo a.Cr. con Platone, che sottotitolò il suo dialogo Fedone Περὶ ψυχῆς, Perì psychés, e Aristotele, che scrisse un trattato anch'esso dal titolo Perì psychés, Sulla Psiche, (in latino De anima, ovvero, Sull'anima).

La Psicologia di oggi, tuttavia, ha poco a che vedere col dialogo di Platone orientato a dimostrare la spiritualità e l'immortalità dell'anima, e col trattato di Aristotele incentrato sulle funzioni dell'anima e sulle caratteristiche dell'intelletto umano attivo, spirituale e immortale. Questi filosofi, e dopo di loro una nutrita schiera di altri filosofi, disquisivano di psicologia con metodo speculativo, metodo che, partendo dalle comuni esperienze, si propone di trarre il massimo di teorie, di cui molti aspetti non erano e non sono verificabili come, ad es., quelli riguardanti la spiritualità e l'immortalità dell'anima in Platone, o la spiritualità e immortalità dell'intelletto attivo in Aristotele.

Riguardo ad Aristotele, la sua opera è orientata a definire il concetto di anima e a individuarne le funzioni o facoltà. E allorquando intende spiegare la conoscenza sensibile e quella intellettiva fa ricorso a concetti metaficici (potenza, atto) elaborati in precedenza, In ogni caso, per il Filosofo le facoltà conoscitive della psiche sono le più importanti, e culminano nella conoscenza intellettiva o razionale, carattere specifico dell'essere umano che lo elevano al di sopra di tutti gli esseri viventi. Questo, dal punto di vista filosofico, è l'aspetto più rilevante del trattato di Aristotele, in quanto assegna all'intelletto attivo umano il carattere della spiritualità (affine alla natura divina) e, conseguentemente, dell'immortalità.

La Psicologia di oggi, invece, nasce quando si incomincia a studiare la psiche, cioè i processi della  mente umana, con metodo sperimentale, quando cioè le si vuole dare veste scientifica, come era già accaduto con la Fisica, l'Astronomia, la Cosmologia, la Biologia, pur non essendo la psicologia assimilabile in toto alle scienze della natura. Questo significa che le sensazioni, le percezioni, l'intelligenza, i pensieri, i sentimenti, le emozioni, vengono studiati sia osservando attentamente i comportamenti attraverso cui si manifestano, sia effettuando esperimenti di laboratorio, quando ciò è possibile, con lo scopo di descriverli, capirne le costanti, le cause, le anomalie, ecc. Come si può notare, questi temi non hanno nulla a che vedere con la natura dell'anima o dell'intelletto, oggetto di riflessione di Platone ed Aristotele. Si tratta di temi su cui la Psicologia sperimentale odierna non solo non ha nulla da dire, ma che spesso relega nel mondo dell'immaginario e dell'irreale. Quest'ultimo esito, però, dipende dagli orientamenti filosofici dei singoli psicologi: per alcuni l'essere umano è solo un essere naturale senza alcunché che possa trascendere questo suo carattere; per altri, invece, nell'essere umano c'è una dimensione che va oltre l'immanente ed ha a che fare con la spiritualità. Orientamenti analoghi, comunque, sono individuabili in tutti gli ambiti del sapere umano: dalle Scienze della natura alle Scienze umane, dalla Poesia alla Narrativa, dal Teatro al Cinema, e via elencando.

Torniamo alla psiche - spesso raffigurata dai greci come una farfalla - e al suo studio. Constatando che essa è estremamente complessa, la Psicologia contemporanea gradatamnete si è articolata in una molteplicità di branche che sono diventate peculiari settori specialistici.

Comunemente, la Psicologia è intesa come qualcosa che ha a che fare con la consulenza, il sostegno psicologico, la terapia dei disturbi psichici, i test d'intelligenza, l'orientamento scolastico e professionale. Essa è questo e molto più di questo, tanto che in poco più di di 140 anni - l'anno di nascita ufficiale infatti è il 1879, allorché W. Wundt a Lipsia fondò il primo laboratorio per studiare sperimentalmente l'arco riflesso e i processi conoscitivi sensoriali - le sue acquisizioni si sono accresciute vertiginosamente. Per avere un'idea della struttura di un corso di laurea in Psicologia si possono consultare i piani di studio delle Università Cattolica e Statale di Milano (fare un click su Cattolica e su Statale).

In questa sezione del sito non sono rinvenibili testi di Psicologia perché la maggior parte di essi è protetta da copyright. Si possono rintracciare invece temi e problemi, biografie, video, ed altro ancora.
Sal Michard





                                
                        
                                
                               
                                  
                                          
               
                                                                                                                                                
Antonio Canova
Psyche adagia sul palmo della mano sinistrata una farfalla trattenendola delicatamente con le dita della mano destra.
1790
Psyché in greco, oltre a significare anima, significa anche farfalla.

Homo sum, humani nihil a me alienum puto
(Terenzio, "Heautontimorumenos")
Torna ai contenuti