Che cos'è? - Sentieri

Sentieri della mente
Luoghi dell'anima
SENTIERI
Vai ai contenuti
ANTROPOLOGIA
Che cos'è?
Il termine Antropologia, come quello di moltissime altre discipline, deriva dal greco, Ανθρωπολογία, Antropologhia, composto da άνθρωπος, ànthropos = "uomo" e λόγος, lògos = "discorso", "studio". L'etimologia non ci aiuta a capire specificamente di che cosa si tratti, potendo il termine denotare qualunque argomento riguardante l'essere umano. Secondo il significato scientifico, essa è la disciplina che studia l'uomo nei suoi aspetti fisici, sociali e culturali.

L'Antropologia viene fondamentalmente suddivisa in due branche:

  • l'Antropologia biologica,  che studia l'evoluzione delle caratteristiche fisiche degli esseri umani, la genetica delle popolazioni e le basi biologiche dei comportamenti della specie umana e dei suoi parenti più stretti, le grandi scimmie (primatologia);

  • l'Antropologia culturale - o "antropologia sociale" o ancora "antropologia socio-culturale" - che si occupa delle reti sociali, dei comportamenti, degli usi e costumi, degli schemi di parentela, delle leggi e istituzioni politiche, dell'ideologia, della religione e delle credenze, degli schemi di comportamento nella produzione e nel consumo dei beni, negli scambi e nelle altre espressioni culturali. Nell'indagare su questi aspetti gli antropologi si avvalgono particolarmente del lavoro sul campo, che prevede un periodo di vita nel gruppo sociale oggetto di studio.

I temi sono amplissimi sia come sviluppo temporale, sia  come complessità di tematiche. Ciò costringe a selezionare aspetti settoriali, in linea con gli obiettivi che si vogliono di volta in volta raggiungere.

Questa sezione del sito, che è pensato anche per i corsisti dell'UNITEL di Seregno, presenta temi settoriali, seguendo un percorso sui generis. Poiché la specie umana è indissolubilmente legata agli eventi fisici, chimici, biologici dell'universo intero, per rispondere alle domande: chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo?, che sono costitutive anche dell'Antropologia, sia nella sezione "Temi e problemi", sia nella sezione "Lezioni", si parte addirittura dall'evento primordiale e singolare chiamato big bang, avvenuto circa 13 miliardi e 750 milioni di anni fa.

Da qui si attraversano gli eventi che dettero origine alla nascita dei primi elementi, delle prime stelle e ammassi di stelle, dei sistemi planetari, compreso il nostro, della nostra terra; e poi alla comparsa, circa 4 miliardi di anni fa, della vita su di essa, del suo sviluppo e della sua diffusione fuori dall'acqua, a iniziare da 500 milioni di anni fa circa, fino alla comparsa delle prime scimmie antropomorfe, dei primi ominidi e della nostra specie Homo sapiens, tra 200 e 150 mila anni fa. Quindi si prosegue lungo lo sviluppo biologico di questa straordinaria specie e lungo la realizzazione delle sue complesse strutture sociali, economiche, urbanistiche, culturali, etc.

Ciò che, comunque, in modo specifico ci interessa di questo peculiare cammino sono i momenti cruciali che consentono di abbracciare il tutto con uno sguardo d'insieme. Per questa ragione il senso di questo percorso si può sintetizzare con l'espressione: Dal big bang all'Uomo.

Sal Michard




                              
                    
    





                                                                                         
Antonio Canova
Adone e Venere
1789-1794
Musée d'Art et d'Histoire
Ginevra
Homo sum, humani nihil a me alienum puto
(Terenzio, "Heautontimorumenos")
Torna ai contenuti