Opere di Platone - Sentieri

Sentieri della mente
Luoghi dell'anima
SENTIERI
Vai ai contenuti
FILOSOFIA
Opere di Platone

                                       
                                     
                                     
                                                                      
                                       
OPERE DELLA GIOVINEZZA

(Socrate difende se stesso)
(Sulla temperanza o saggezza)
(Sul significato di nomi e proposizioni)
(Sull'obbedienza alle leggi)
(Come si posa apprendere ciò che non si sa)
(Sullla pietà)
(A cosa serve la retorica sofistica)
(Sull'arte rapsodica)
(Sul bello)
(Se la virtù è sapienza)
(Sul coraggio e sulla virtù in generale)
(Sull'essenza della virtù)
(Sull'arte della retorica)
(Se il sofista sia in grado di educare)

OPERE DELLA MATURITÀ

di dubbia attribuzione
(Sulla vera sapienza)
di dubbia attribuzione
(Sulla saggezza e sulla stoltezza)
di dubbia attribuzione
(Se la filosofia sia cosa buona)
(Sull'anima immortale)
(La struttura dell'anima, l'amore, la dialettica)
Spurio
(Sull'avidità)
(Apprendere è ricordare)
(Sullo Stato, sulla giustizia, sull'educazione)
(Sui gradi dell'amore)
(Sulla conoscenza scientifica)



OPERE DELLA VECCHIAIA

di dubbia attribuzione
(Clitofonte dubita della conoscenza socratica della giustizia)
di dubbia attribuzione
(Sulla scienza dei numeri e sulla cosmologia)
(Sulla scienza del bene)
(Sullo Stato)
di dubbia attribuzione
(Cos'è la legge)
(Sull'unità e la molteplicità)
(Politica, Dalettica, Ontologia, Cosmologia)
(Il molteplice come rappresentazione dell'Uno)
(Che cos'è la conoscenza scientifica)
(Sull'origine del cosmo)
(Sulle origini dell'Attica e di Atlantide)
(Le ragioni platoniche della scelta filosofica)




Homo sum, humani nihil a me alienum puto
(Terenzio, "Heautontimorumenos")
Torna ai contenuti